Che cos’è


La banca del tempo, sperimentata con successo in molte città d’Italia, è una banca originale in cui non si depositano soldi ma tempo; si mettono a disposizione le proprie capacità offrendosi per svolgere piccole prestazioni e in cambio si chiede che qualcuno, individuato dalla banca del tempo, presti il suo aiuto.

Obiettivo della banca del tempo è soddisfare bisogni materiali e sociali, quelli legati all’organizzazione quotidiana e quelli legati alla sfera relazionale;

valorizzare capacità, conoscenze e saperi che non sono ufficialmente riconosciuti nelle professioni;
costruire una rete di solidarietà tra persone;
offrire una soluzione alle necessità quotidiane la cui soddisfazione può essere impossibile o implicare enormi difficoltà organizzative.
Con la Banca del tempo è possibile recuperare le abitudini ormai perdute di mutuo aiuto tipiche dei rapporti di buon vicinato e nello stesso tempo estendere a persone sconosciute l’aiuto abituale che ci si scambia all’interno della famiglia o della cerchia di amici.

Il tempo rappresenta l’unità di misura degli scambi. Il tempo offerto e richiesto ha lo stesso valore indipendentemente dalla condizione sociale, economica o professionale delle persone che aderiscono. Il tempo dunque garantisce una condizione di completa parità tra le persone.

Abbiamo chiamato il progetto “un cerchio che si allarga” precisando così l’obiettivo: estendere a quanti più possibile quelle piccole pratiche di buon vicinato, favorendo così la costruzione di un tessuto relazionale nella nostra città.